Documenti d'ingresso

Per i cittadini italiani è richiesto il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza. Per l'ingresso in Cina è richiesto il visto d'ingresso da fare in Italia presso le rappresentanze diplomatico-consolari cinesi prima della partenza: chi ne è sprovvisto, infatti, non può entrare in Cina. Dal 4 novembre 2019 il visto per recarsi nella Repubblica Popolare Cinese prevede la raccolta delle impronte digitali dei richiedenti al consolato. In alternativa al visto con procedura classica e con costi differenziati, sarà possibile richiedere il rilascio del visto online per un minimo di 2 passeggeri viaggianti insieme e dallo stesso aeroporto; tale servizio non è però sempre garantito e, in caso non venga confermato il visto online, ci si dovrà munire del visto classico.
I minori italiani dovranno essere muniti di passaporto individuale. All'ingresso del Paese dovrete inoltre compilare anche un modulo sanitario e uno doganale. Una copia di quest'ultimo va tenuto sempre insieme al passaporto. Per maggiori informazioni consigliamo di consultare il sito dell'ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia http://it.china-embassy.org/ita/lqgz/t1706835.htm 

Per la lista degli oggetti da dichiarare fare riferimento al sito www.viaggiaresicuri.it
I passaporti con timbri o visti di Turchia o altri paesi potrebbero essere respinti alla dogana; per ulteriori informazioni a riguardo e sul visto, sulle frontiere a Hong Kong e Macao, e sui documenti per i cittadini di nazionalità diversa da quella italiana consigliamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it o il proprio consolato.